Alessandro Castagna è il fondatore del sito “voglio vivere così” e ci racconta com’è vivere a Minorca.

10366177_10203524716703671_7094574069882865396_n 
Chi non vorrebbe andare via dalla frenesia della città, dal caos, dal freddo, prendersi un po’ di tempo per se stesso per immergersi nella natura? E dove se non nell’ isola della calma? Minorca, l’isola più verde del Mediterraneo, è in grado di offrire tutto quello che non ci si aspetta. La più tranquilla e la più ricca di spiagge di incredibile bellezza tra le isole delle Baleari, Minorca è meta ideale per famiglie e giovani coppie in cerca di relax e di zone ancora selvagge dove po
ter fare escursioni e lunghe passeggiate
A forma di boomerang e dichiarata nel 1993 Riserva della Biosfera dall’Unesco, è ricca di calette ancora oggi incontaminate da visitare in bici, a piedi o anche in sella ad un cavallo, proprio per non perdersi nessun angolo del luogo. L’isola rappresenta anche il luogo perfetto per gli amanti degli sport acquatici, poichè, lungo i suoi 216 km di coste è possibile praticare qualsiasi tipo di sport, dalla vela al kayak, fino alle immersioni subacquee.

stamattina
Per gli amanti delle immersioni subacquee infatti, Minorca è una delle mete da non perdere. Infatti, le acque che circondano l’isola sono ricche della famosa posidonia che favorisce un’intensa ossigenazione delle acque e, per questo, le rende cristalline e particolarmente apprezzate dai sub. Si tratta di una specie di selva in miniatura che consente la sedimentazione della sabbia sul litorale e un luogo ideale per la maggior parte della fauna marina che qui può vivere, alimentarsi e riprodursi.

Uno tra i luoghi da non perdere assolutamente è senza dubbio l’Albufera des Grau, una laguna che si estende per 2 km e una delle zone di maggior rilievo delle Isole Baleari, fulcro della Riserva della Biosfera. E’ situata vicino alla spiaggia del Grau ed è costituita da una conca e da un sistema di dune, in cui si riversano le acque cristalline di tre torrenti. Rappresenta un vero e proprio gioiello del posto, meta di turisti e degli amanti del bello.

cami-de-cavalls-en-bici

Un altro aspetto caratteristico del posto è la fioritura dei mandorli, che avviene a fine gennaio, grazie al mite inverno mediterraneo. Qui vi sono ben sette milioni di varietà di mandorli che conferiscono al luogo un aspetto magico e ammaliante. Se ci si avvicina, si potranno ammirare le diverse tonalità, che vanno dal bianco al rosa.

Minorca è anche sede del “Grup Ornitològic Balear”, un’associazione nata con il compito di tutelare e proteggere la natura e che organizza, durante l’anno, una serie di campagne divulgative. Qui, infatti, vengono allestite mostre interattive, convegni e conferenze, che richiamano numerosi turisti.
Quindi, se siete alla ricerca di relax ma anche di luoghi meravigliosi in cui perdervi per riacquistare il vostro tempo e voi stessi, Minorca non può non rientrare tra le vostre mete.

Scopri Minorca su questo canale You Tube
www.youtube.com/user/isoladiminorca

The following two tabs change content below.
Sono Michael, un ragazzo avventuroso e con la voglia di scoprire, esplorare e condividere nuove emozioni ed esperienze. Dopo aver concluso gli studi liceali, ho iniziato quelli universitari a Milano, sotto la facolta’ di sociologia, rendendomi conto però che non era la mia strada. Ho deciso cosi’ di mettere un po’ di soldi da parte iniziando a lavorare, per partire in viaggio nel 2012 (inizialmente sarebbe dovuto durare 3 mesi) e scoprendo così la mia vera natura, quella del viaggiatore. Non mi ritengo uno scrittore nato, per questo ho sempre negato a me stesso la possibilità di creare un blog, ma la voglia di condividere e il desiderio di motivare persone di qualsiasi età, come me, stufe della monotonia e vogliose di vedere cosa c’è al di la’ della vita quotidiana, mi hanno spinto ad aprire Vita da Backpackers!

Rispondi