Ciao Dani! Come stai? Presentati e spiegaci innanzitutto cos’è Mondo Aeroporto.

Mondo Aeroporto è un blog nato per raccontare la vita che scorre veloce dentro agli aeroporti di tutto il mondo. L’evoluzione di questo spazio web è avvenuta grazie alla mia passione per la scrittura e per i viaggi. Adesso racconto le mie avventure in giro per il mondo e porto con me tutti quelli che mi leggono. Mi piace che la gente riesca a volare attraverso i miei racconti e che riesca ad entusiasmarsi con una foto o un pensiero scritto sui social network mentre sono a decine di ore d’aereo di distanza, come se invece fossimo seduti allo stesso tavolo, raccontandoci la nostra vita.

11695812_10207192437430031_3076865073127602006_n

Come ti è venuta in mente l’idea? Da quanto hai aperto questo blog?

Nel 2010 lavoravo in aeroporto e nello stesso momento Facebook stava spopolando in Italia, un po’ come sta succedendo adesso con Snapchat. Tutti lo scaricano semplicemente perché va di moda. Qualche anno fa nessuno poteva immaginare che Facebook potesse diventare così potente a livello di comunicazioni con il resto del mondo. Scrivevo sul web tutte le cose più strane e simpatiche che capitavano in aeroporto e queste diventavano subito virali, rimbalzando da una parte all’altra d’Italia, proprio come fanno gli aerei. L’evoluzione definitiva del blog è avvenuta quando nel 2012 mi sono trasferito in Australia, raccontando la mia vita nella terra dei canguri. Da quel momento il tema dei viaggi diventò la colonna portante del mio spazio web.

Quando ci siamo incontrati a Torino, mi hai gentilmente regalato il tuo libro. Raccontaci di cosa si tratta.

Mondo Aeroporto: Aneddoti E Perle Di Comicità Da Tutti Gli Aeroporti Del Mondo
è anche un libro, ispirato proprio alle strane dinamiche che ruotano attorno a questo luogo. Non sai quante volte alla domanda “con che compagnia viaggia?” mi sono sentito rispondere “con mia moglie!”

Così, questo simpatico aneddoto, assieme a centinaia di altri, li ho raccolti in un libro, dove racconto la storia di un qualsiasi italiano medio pronto a partire per le vacanze, portandosi dietro tutte le gaffès più simpatiche raccolte in questi anni di aeroporto, dalla prenotazione del viaggio, passando per check-in, controlli di sicurezza, imbarco e arrivando fino a volo e atterraggio. Ce n’è per tutti i gusti!

12592213_10208563830834009_2300010612853938934_n

Abbiamo parlato spesso dei viaggi che hai in mente di fare. Perché non condividi anche con i lettori di Vita da Backpackers quali sono i tuoi progetti futuri?

In questi giorni sono in fibrillazione perché sto preparando molteplici progetti che mi vedranno protagonista da qui a fine anno. Il 17 Giugno partirò alla scoperta della California per un progetto con l’ente del turismo Californiano Visit California, che mi vedrà percorrere la West Coast da San Francisco arrivando fino a Los Angeles, in un viaggio che non vedo l’ora di raccontare sui social attraverso foto, video ed articoli. Tornato da questo viaggio partirò alla volta dell’Asia dove viaggerò zaino in spalla fino a Dicembre, proprio da vero backpacker, come piace a te!

Atterrerò in Vietnam con un compagno di viaggio: Gabriele Saluci. Abbiamo un’idea folle in testa. Attraversare il Paese da Nord a Sud con due motorini carichi di materiale scolastico da consegnare a scuole e orfanotrofi che incontreremo durante il nostro tragitto, per un totale di circa 6000 bambini. Abbiamo spiegato il progetto con un simpatico video, che trovate qui:

Stiamo portando avanti una raccolta fondi su GoFundMe (qui il link https://www.gofundme.com/carichivietnam) per comprare più materiale possibile tra penne, quaderni e matite. Stanno parlando di quest’avventura in molti tra tv, giornali e radio e noi non vediamo l’ora di raccontare il nostro folle viaggio sul web attraverso foto e video. Dopo il Vietnam risalirò in Cambogia. Continuerò attraverso Laos, Thailandia, Myanmar e volando poi sull’India. Camminerò poi verso il Nepal e concluderò il mio trip in Nepal, dove alla vista del Potala Palace molto probabilmente crollerò di fatica e d’emozione. Collegherò questo progetto ad una raccolta fondi legata alla beneficienza per i bambini di tutto il mondo, in un evento che ufficializzerò in questi giorni.
Ci potrebbero essere molte altre sorprese da qui alla partenza ma per scaramanzia tengo la bocca cucita! Non vedo l’ora di concludere il 2016 eternamente in viaggio tra i sorrisi di migliaia di bimbi curiosi.

Parlaci anche un po’ del tuo viaggio in Indonesia. Cosa ti ha regalato? Ti ho seguito molto durante quel viaggio e mi è sembrato fosse davvero molto intenso!

Beh, l’ultimo viaggio in Indonesia è stato uno dei più belli fatti nella mia vita. Sono passato dallo scalare i vulcani e galleggiare nelle acque cristalline dei Paradisi delle isole Gili. Passando poi nella zona dei Templi dell’isola di Java mi sono sentito un Vip. Gli abitanti del posto chiedevano foto ai (pochi) turisti occidentali con dei sorrisi stupendi ed un’umiltà mai vista. Prima di partire non conoscevo molto bene questa Terra e non sapevo che cosa potesse trasmettermi. Pensi all’Indonesia ed immagini che sia solo Bali. Invece no. C’è di più. Molto di più. C’è tutto un mondo dietro, proprio come in ogni angolo del mondo che pensiamo di conoscere alla perfezione e che invece non abbiamo che letto soltanto una pagina.

VUOI SEGUIRE LE AVVENTURE DI ALTRI VIAGGIATORI? ISCRIVITI A VITA DA BACKPACKERS!

The following two tabs change content below.
Sono Michael, un ragazzo avventuroso e con la voglia di scoprire, esplorare e condividere nuove emozioni ed esperienze. Dopo aver concluso gli studi liceali, ho iniziato quelli universitari a Milano, sotto la facolta’ di sociologia, rendendomi conto però che non era la mia strada. Ho deciso cosi’ di mettere un po’ di soldi da parte iniziando a lavorare, per partire in viaggio nel 2012 (inizialmente sarebbe dovuto durare 3 mesi) e scoprendo così la mia vera natura, quella del viaggiatore. Non mi ritengo uno scrittore nato, per questo ho sempre negato a me stesso la possibilità di creare un blog, ma la voglia di condividere e il desiderio di motivare persone di qualsiasi età, come me, stufe della monotonia e vogliose di vedere cosa c’è al di la’ della vita quotidiana, mi hanno spinto ad aprire Vita da Backpackers!

Rispondi